Tag

letteratura

letteratura e altri buchi

La faccia stessa del mistero: Piglia, Kafka e Lynch

Storia visibile e storia segreta In Tesi sul racconto, lo scrittore argentino Ricardo Piglia utilizza  un appunto di Checov Un uomo, a Montecarlo, va al Casinò, vince un milione, torna a casa, si suicida. per portare alla luce un dualismo fondamentale alla base del racconto moderno. Dice Piglia: L’aneddoto [di Checov] tende a svincolare la storia del gioco da quella del suicidio. […] Prima tesi: un racconto narra sempre due storie […] Una narrazione visibile nasconde una storia segreta […]…

Leggi tutto
Articoli correlati
Alienati nell’analogia
16 Aprile 2019
Sospensione
7 Marzo 2019
†Interpolazione†
1 Febbraio 2019
Crapula Edizioni

Il siero della verità

Il dottor Candido Santino è sposato da una decina d’anni. Sua moglie è un po’ gelosa, non lo lascia mai andare in giro da solo, lo controlla anche quando è al lavoro, lo chiama a intervalli regolari, che lui ha imparato a misurare, infatti sa sempre quando il suo cellulare sta per vibrare e cosa dire per non farla ingelosire. Candido Santino è un medico chirurgo, un uomo tranquillo, ha i baffi grigi e i capelli neri, la testa non…

Leggi tutto
Articoli correlati
Al di là delle Mura
8 Aprile 2019
Sospensione
7 Marzo 2019
L’eroe tra psicanalisi, società e scrittura: da Campbell a Vogler
21 Gennaio 2019
letteratura e altri buchi

Divagazioni sparse per l’Etere (Divino)

Etere Divino, Giuseppe Genna e Andrea Gentile, Il Saggiatore, 2015 Cominciò ch’era finita. Cos’è questo libro? “Da subito era quello che era, cioè quello che era.” (Etere Divino, posizione 12 ebook) Per farla breve, potrei dire che Etere Divino è una cosmogonia picaresca, e che Etere Divino, il suo – se così si può dire – personaggio, è la radiazione cosmica di fondo versione flâneur. E perché, poi, farla breve? Noi non rappresentiamo. Non sequitur e tertium datur a valanga, come un…

Leggi tutto
Articoli correlati
Rerum Habyssalium Archivum
21 Giugno 2019
SHOTGUN
1 Aprile 2019
La tragedia dello sguardo immaturo
28 Gennaio 2019
Interviste

Scienza e Letteratura: intervista a Martin Bojowald

Martin Bojowald, fisico e autore di Prima del Big Bang. Storia completa dell’universo (Bompiani, Milano, 2011) discute con Alfredo Zucchi dei punti d’incrocio tra scienza e letteratura: metodo e invenzione, limiti e orizzonti. Al centro, com’è giusto, Nietzsche e i numeri.  *** Alfredo Zucchi: Il suo ambito di lavoro è la meccanica quantistica (gravità quantistica a loop per essere precisi), il mio è la letteratura. Cominciamo allora con quello che abbiamo in comune. Nel suo libro Prima del Big Bang. Storia completa…

Leggi tutto
Articoli correlati
Il sacrificio
5 Aprile 2019
Il positivismo inverso di H.P. Lovecraft
4 Marzo 2019
Un certo tipo di abbandono
23 Settembre 2018
Crapula Edizioni, Filologicon Crapula, Internacional, letteratura e altri buchi, Lupus in Crapula

Ô Metis V, Invenzione

Disciplina e metonimia. Prendiamo ad esempio la scienza moderna: la sua fierezza è il metodo sperimentale – l’arma più elastica e ubiqua mai concepita dal ventre dell’uomo. E tuttavia i più grandi sconvolgimenti della scienza moderna, dalle equazioni di Maxwell ai principi della meccanica quantistica, passando per la relatività generale, sono venuti fuori attraverso manipolazioni matematiche così speculative e distanti dall’osservazione e dall’esperienza, che il laboratorio, quest’occhio sintetico dello scienziato, per anni si è rifiutato non solo di vedere –…

Leggi tutto
Articoli correlati
Il sacrificio
5 Aprile 2019
Il positivismo inverso di H.P. Lovecraft
4 Marzo 2019
Se il nostro amore vale qualcosa
25 Gennaio 2019
letteratura e altri buchi

Lo Scuru: la litania di Razziddu Buscemi

Razziddu Buscemi, avvocato in pensione, agonizza in West Virginia. Intanto si racconta, solo, e la sua è “litania” dichiarata, cioè, secondo etimologia, «supplica», «preghiera» rivolta a Maria e ai santi per ricevere una benedizione o per placare l’ira divina: “Ora, pieno di morte, mi sforzo di parlare, tramite la debolezza, per saggezza. Sotto forma di litania, invaso dalla mia fine ultimativa.” (p. 11)

Leggi tutto
Articoli correlati
SciaquaRosa
20 Marzo 2019
I comunicanti
20 Febbraio 2019
Variazione sul tema del ritorno
11 Febbraio 2019
Crapula Edizioni

Mission impossible

Alla cortese attenzione del Direttore Pallina Distaccamento regionale F.F. Reggimento “Salmone Affumicato”   Illustrissimo Direttore, so che una volta consegnata una missione noi sottoposti non dovremmo nemmeno aver l’ardire di guardarVi troppo a lungo negli occhi prima di rizzare le code, procedere col saluto ufficiale e dirigerci verso l’obiettivo di gran carriera. Lo so, Vostra Eccellenza, e chiedo venia già adesso per la mia insolenza, ma la missione che mi avete affidato è al di sopra delle mie capacità. Avevate…

Leggi tutto
Articoli correlati
L’ultima notte della gazzella
27 Maggio 2019
Anita
13 Maggio 2019
La cosmologia dell’assenza
3 Maggio 2019
Crapula Edizioni, Filologicon Crapula, Internacional, letteratura e altri buchi, Lupus in Crapula

Ô Metis IV, Forme brevi

Scarica il pdf  di Ô Metis IV, Forme brevi, o leggilo su Issuu. Siamo arrivati a 4. Forme brevi ha a cuore la forma racconto, ma non solo. Il discorso parte da lì per abbracciare il frammento, la brevitas stilistica, la tensione tra la forma letteraria estesa e quella breve, le prospettive aperte dallo sviluppo dei nuovi supporti digitali. Ô Metis IV contiene traduzioni, saggi e racconti. Inoltre, ospita un dossier monografico su Ricardo Piglia, l’autore argentino di Formas breves e Respirazione artificiale. Proprio…

Leggi tutto
Articoli correlati
Hamletica 2018
12 Aprile 2019
Forme brevi – Dossier Piglia
6 Gennaio 2019
La sovraccoperta
15 Dicembre 2018
Articoli correlati
Forme brevi – Dossier Piglia
6 Gennaio 2019
Nostro fratello Timoteo è stato messo in libertà
14 Novembre 2018
Un certo tipo di abbandono
23 Settembre 2018
Filologicon Crapula

Filologicon Crapula: il buco del culo o dell’essere

Amici di Crapula, lo sapete quanto costa la lettura in termini di attenzione e consumo di sodio e potassio? Se è un’attività così faticosa, direte voi, chi te lo fa fare? Non lo so bene, è che non mi sento libero di non leggere. C’è quindi un’romanzo che ho comprato qualche mese fa, Molloy di Samuel Beckett (Ed. Einaudi 2012). L’ho tenuto sul comodino a prendere polvere e residui di tabacco, fino a qualche settimana fa, quando quella forza che…

Leggi tutto
Articoli correlati
Hamletica 2018
12 Aprile 2019
Il giorno della nutria – Andrea Zandomeneghi
7 Febbraio 2019
La tragedia dello sguardo immaturo
28 Gennaio 2019