Tag

arthur rimbaud

letteratura e altri buchi

Nel continuo tentativo di riposizionamento rispetto all’ignoto

Lettore onnivoro e autodidatta, Roberto Bolaño ha inteso la scrittura come un costante processo di formazione tra i banchi di quell’Università Sconosciuta[1] che da sempre ha fatto coincidere con la capacità di ricavare materia narrativa da condizioni di vita avverse a un mestiere che richiede tanto un punto di vista critico quanto un tetto e un buon impianto di riscaldamento per poterlo esercitare. Presto, già a partire dai primi anni Ottanta, s’immerge nella costruzione di un immaginario che fa dell’autofinzione…

Leggi tutto
Articoli correlati
Rerum Habyssalium Archivum
21 Giugno 2019
6x6x6 – Variazioni Jorge
19 Giugno 2019
Fratello minore
14 Giugno 2019
Interviste

Cos’è il reale? – Intervista a Carlos Dámaso Martínez

Carlos Dámaso Martínez è ricercatore all’Istituto di Letteratura Ispanoamericana della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Buenos Aires. Ha pubblicato in Italia, per le edizioni Arcoiris: La piena (2011), Un luogo perfetto (2013), Ceneri nel vento (2013), Crimini immaginari (2015) e Serial (2016). Traduzione dallo spagnolo di Alfredo Zucchi. Revisione di Luca Mignola. Il racconto Alfredo Zucchi: Quali sono i tuoi autori di racconti di riferimento, i tuoi maestri? Carlos Dámaso Martínez: Con alcuni colleghi dell’università, quelli che scrivevano,…

Leggi tutto
Articoli correlati
6x6x6 – Variazioni Jorge
19 Giugno 2019
L’ultima notte della gazzella
27 Maggio 2019
Anita
13 Maggio 2019
Lupus in Crapula

Porno

Venerdì, i militi ignoti si svegliano. Tutti ritti e venosi e pulsanti. Si alzano, caffè, cesso, altro caffè. Sempre ritti, venosi, pensosi per i deserti bagni, vanno misurando. Venerdì, giorno di poeti ignoti, di militi del cazzo. Allora, per distrarsi,  pensano a  chi è già passato oltre la noia. Allora Rimbaud, Una stagione all’inferno o Illuminazioni, qualcosa che possono digerire, per non sentirsi Zeno o zero. Allora, anafora! Santa anafora, ci fosse una volta che non ti prendessero a modello…

Leggi tutto
Articoli correlati
Sospensione
7 Marzo 2019
L’eroe tra psicanalisi, società e scrittura: da Campbell a Vogler
21 Gennaio 2019
Istanze di delirio
3 Ottobre 2018
Lupus in Crapula

Filologicon Crapula: Ma Bohéme, A. Rimbaud

[no intro] Arthur Rimbaud Ma Bohéme Je m’en allais, les poings dans mes poches crevées ; Mon paletot aussi devenait idéal ; J’allais sous le ciel, Muse, et j’étais ton féal ; Oh! là là! que d’amours splendides j’ai rêvées ! Mon unique culotte avait un large trou. Petit-Poucet rêveur, j’égrenais dans ma course Des rimes. Mon auberge était à la Grande-Ourse. Mes étoiles au ciel avaient un doux frou-frou Et je les écoutais, assis au bord des routes, Ces…

Leggi tutto
Articoli correlati
La morte di Raimundo
27 Marzo 2019
Nel continuo tentativo di riposizionamento rispetto all’ignoto
27 Settembre 2018
F. Kafka – Lettere a Milena, p44
10 Giugno 2018