Categoria

Lupus in Crapula

Lupus in Crapula

Esercizio di sabotaggio #1

Tema dell’esercizio: come incorrere in una situazione paradossale ovvero “la storia stessa è la manipolazione retrospettiva dei mondi possibili”. Problema: qualora si scrivesse un racconto in cui il contesto fosse solo e tanto la ripetizione delle leggi che regolano o hanno regolato il “mondo reale”, questo non sarebbe un racconto fantastico, ma esclusivamente storico. Ciò comporterebbe la presenza dell’antitesi irremovibile tra male e bene, tra reale e fittizio, immaginato e accaduto. Attraverso questa polarizzazione si arriva a una domanda subliminale:…

Leggi tutto
Articoli correlati
Cambio di funzione
7 novembre 2018
Apparato di sabotaggio: la prospettiva degli Scoliasti
2 novembre 2018
Affocus sicuro?
1 ottobre 2018
Lupus in Crapula

Cambio di funzione

La letteratura non rispecchia nulla. Fa un’altra cosa. R. P.   Kafka precursore di Cesare Nel vocabolario critico, la parola precursore è indispensabile, ma bisognerebbe purificarla da ogni significato di polemica o rivalità. La tradizione, altra parola ineludibile, è l’annullamento della freccia del tempo da un punto A verso un punto B, sebbene si perseveri a insegnare proprio questa univocità, non il suo contrario. Il fatto è che ogni scrittore crea i suoi precursori. La sua opera modifica la nostra…

Leggi tutto
Articoli correlati
Esercizio di sabotaggio #1
26 novembre 2018
Apparato di sabotaggio: la prospettiva degli Scoliasti
2 novembre 2018
Affocus sicuro?
1 ottobre 2018
Lupus in Crapula

Twin Peaks e i fantasmi di David Lynch

Perché in quel sonno di morte, quali sogni mai possono arrivare? Shakespeare, Amleto I. Il luogo più crudele da abitare è il cuore di qualcuno. «The answer is not here», dice Mike all’agente speciale Dale Cooper in una stanza del Great Northern Hotel, dopo avergli posato la mano sulla fronte, «but here», sul cuore – nel cuore. «Do you understand the parasite? It attaches itself to a life form and feeds» – ancora Mike, dopo essersi rivelato per ciò che…

Leggi tutto
Articoli correlati
Centinaia di inverni, di Sara Mazzini | Estratto
2 ottobre 2018
Un amore d’inverno
19 giugno 2018
Heinrich von Kleist
18 giugno 2018
Lupus in Crapula

Istanze di delirio

«Lei invece è pieno di concezioni sbagliate, e non se ne libererà mai». Franz Kafka, Il castello   D’accordo, d’accordo, tutto questo è follia. Non c’è più nessuno che sente il bisogno di questa follia? Pazienza, non per questo rinsavirò. C’è ancora qualcuno che ne sente il bisogno? Eccomi, io sono qui. Antonio Moresco, Lettere a nessuno   Senza pietà. Ammesso che la letteratura sia quel gioco di specchi che moltiplicano l’orrore di essere uomini (e non il gioco di coloro…

Leggi tutto
Articoli correlati
Fiaba Bianca
27 ottobre 2018
Un certo tipo di abbandono
23 settembre 2018
F. Kafka – Lettere a Milena, p44
10 giugno 2018
Lupus in Crapula

Affocus sicuro?

[Dovevate proprio scomodarci? Che succede: cantarvela e suonarvela in solitaria – come dice Amleto – non è cosa vostra? E venirci a svegliare nel bel mezzo della notte (un poeta-romanziere scrisse: La noche es un lugar en la Mancha) per una colpa così insignificante, poi? Dobbiamo sempre stare a dire chi siamo, dove, come, e soprattutto – simili agli idioti – perché siamo? Siete o non siete la Divisione K del Commando Interpolazioni, la colpa dovrebbe essere la vostra meta,…

Leggi tutto
Articoli correlati
Esercizio di sabotaggio #1
26 novembre 2018
Cambio di funzione
7 novembre 2018
Apparato di sabotaggio: la prospettiva degli Scoliasti
2 novembre 2018
Lupus in Crapula

Il limite della parola davanti all’immagine

«Ebbene, eccolo!» disse loro il vecchio, scarmigliato, il volto acceso da un’eccitazione sovrannaturale, gli occhi sfavillanti e affannato come un giovane ebbro d’amore. «Ah! – gridò – Non vi aspettavate tanta perfezione! Siete di fronte ad una donna e cercate un quadro. C’è tanta profondità in questa tela, è così vera la sua atmosfera che non potete più distinguerla da quella che ci circonda. Dov’è l’arte? Perduta, scomparsa! Ecco le forme autentiche d’una giovinetta: non ne ho forse completamente fermato…

Leggi tutto
Articoli correlati
Un certo tipo di abbandono
23 settembre 2018
La storia vera del Signor RoooR
6 aprile 2018
I fantasmi fotografici di Balzac
31 marzo 2018
Lupus in Crapula

Cave canem: Congiura Sacra

Alcuni tra questi sono slogan “veri” del C. I. – altri sono solo destinati a scatenare apprensione e equivoci nel pubblico. Omnia haec, quacumque feret voluntas Caelitum, temptare simul parati. E io francamente non amo abbastanza la specie umana da augurarmene la salvezza. Basta che mi ascoltino i miei fratelli, che almeno loro sfuggano all’inganno dell’antitecnocrazia. Domani: la crisi del collage invece della crisi del romanzo. Canto gravitazionale[1] Al di sotto della palude di Memoria, si precipita. L’iniziato dimentica. In…

Leggi tutto
Articoli correlati
Cani post-empatici dall’alba al tramonto del terzo millennio
5 dicembre 2018
Esercizio di sabotaggio #1
26 novembre 2018
Cambio di funzione
7 novembre 2018
Lupus in Crapula

Italian Weird e la sindrome del marziano

Questa abitudine di infiorare i propri discorsi con parole inglesi si è diffusa un po’ ovunque in Europa e in America latina. I francesi chiamano “franglais” questo modo di esprimersi ed usano l’espressione con una implicazione poco lusinghiera, forse perché in fondo ritengono la loro lingua molto più nobile e importante di quanto gli italiani non stimino la loro. Potremmo suggerire la parola “itang’liano” per indicare l’idioma parlato da quelli che si esprimono in modo simile a quello del Dott….

Leggi tutto
Articoli correlati
Jeff VanderMeer e il (new) weird
24 ottobre 2016
Lupus in Crapula

Una cosa punk: Contra Salonem

Is it better to burn out than to fade away? Is it? Non ci compete nient’altro che le parole – nient’altro che le idee. Così al bagno glamour del Salone del libro di Torino abbiamo risposto nell’unico modo possibile: non ci siamo andati di persona, abbiamo inviato i nostri emissari: parole e idee (deleghe di deleghe di deleghe: così funziona il pensiero, così ci adattiamo al suo ritmo – dice questo ritmo: un’idea è più forte, più importante dell’individuo che…

Leggi tutto
Articoli correlati
Oltre il cancello gli antichi dèi cadono come mosche
22 marzo 2018
Iosif Adolf Vissarionovič – Teratogenesi della storia
26 febbraio 2018
In memoria di Ricardo Piglia
7 gennaio 2017
Lupus in Crapula

Cave canem: Gli iniziati

[Laminetta trovata a Petelia]   Troverai a sinistra delle case di Ade una fonte, e accanto alla stessa bianco un cipresso che sta dritto: a questa fonte non accostarti vicino. E ne troverai un’altra, fredda acqua che scorre dalla palude di Memoria: davanti ci sono i custodi. Dici: sono figlio di Terra e Cielo stellante, inoltre la mia stirpe appartiene al cielo; e questo anche voi lo sapete. Sono arido di sete e muoio: ma datemi subito fredda acqua che…

Leggi tutto
Articoli correlati
Santuario
9 novembre 2018
Cambio di funzione
7 novembre 2018
PONTEGGI
31 maggio 2018