Categoria

letteratura e altri buchi

letteratura e altri buchi

A colloquio con il morto

Emerge dal buco della stazione di Jacques Bonsergent. La fronte gli scotta, tossisce, tira su col naso. Sta male. Lo sa, l’ha sentito già appena sveglio: sta male. Non è un dolore specifico, ma una spossatezza generale che rallenta il corpo. Solleva il cappuccio del giaccone a coprirsi il capo: si atteggia a moderno druido, mago oscuro, ma di certo somiglia più a un mendicante cencioso o a uno spacciatore disperato. Percorre qualche centinaio di metri tra i piccoli palazzi…

Leggi tutto
Articoli correlati
Conversazioni con gli Sciamani – Sara Gamberini
15 Ottobre 2018
Conversazioni con gli Sciamani – Agnese Grieco
10 Aprile 2018
Il gioco dell’universo
19 Gennaio 2018
letteratura e altri buchi

Il giorno della nutria – Andrea Zandomeneghi

Presentiamo un estratto esclusivo dal primo romanzo di Andrea Zandomeneghi – nelle fila di CrapulaClub dal 2016 al 2018 –  “Il giorno della nutria” (Tunué, 2019) *** La sega non andò a buon fine per sopravvenuta svogliatezza e per l’inconcludenza delle mie fantasie masturbatorie: non riuscivo a direzionarle in modo accettabile verso le situazioni prescelte, continuavano a essere distratte e scarnificate da un opprimente senso d’angoscia e di colpa che saliva, sempre meno latente. Ormai quasi sfacciato. Odio la locuzione…

Leggi tutto
Articoli correlati
La tragedia dello sguardo immaturo
28 Gennaio 2019
Tu che eri ogni ragazza
21 Novembre 2018
“Un marito” di Michele Vaccari: la comunità degli sposi
12 Novembre 2018
letteratura e altri buchi

†Interpolazione†

Le idee più preziose vengono trovate per ultime; ma le idee più preziose sono i metodi. (F.W. Nietzsche, L’anticristo) Il diritto e il rovescio di una moneta, †agli occhi del caso†, sono la stessa cosa. (J.L. Borges, Storia del guerriero e della prigioniera)   Interpolazione. In filologia: intervento del copista nel testo originale che produce un’alterazione, volontaria o meno, sostanziale o cosmetica, del medesimo. Il termine si riferisce principalmente ai processi di trasmissione di testi precedenti all’apparizione della tecnologia della stampa: trascrizione…

Leggi tutto
Articoli correlati
Esercizio di sabotaggio #2
23 Gennaio 2019
Forme brevi – Dossier Piglia
6 Gennaio 2019
Cave canem: Congiura Sacra
22 Maggio 2018
letteratura e altri buchi

La tragedia dello sguardo immaturo

Postfazione a Pornografia (Witold Gombrowicz, Il Saggiatore, 2018) a cura di Francesco M. Cataluccio. Ringraziamo l’editore per averci concesso di riprodurre il testo.   Pornografia è il libro più scandaloso che sia mai stato scritto in polacco. Konstanty (Kot) Jeleński   Witold Gombrowicz si autodefiniva un «immaturo innamorato della propria immaturità». Con il romanzo Ferdydurke (1937), fu il primo in Europa a segnalare che il carattere distintivo della Modernità non era la crescita o il progresso umano, ma, al contrario,…

Leggi tutto
Articoli correlati
Il giorno della nutria – Andrea Zandomeneghi
7 Febbraio 2019
L’eroe tra psicanalisi, società e scrittura: da Campbell a Vogler
21 Gennaio 2019
Tu che eri ogni ragazza
21 Novembre 2018
letteratura e altri buchi

Esercizio di sabotaggio #2

Tema dell’esercizio: moriamo delle nostre febbri polimorfe e combinatorie, più che delle nostre malattie di discendenza o che hanno esse stesse la loro discendenza. L’interpolazione è un’antigenealogia? Nota: Per le ragioni di cui sopra non laudo chi vive sempre con simulazione e con arte, ma escuso chi qualche volta la usa. (Vv. Cuitzialtimi) Svolgimento dell’esercizio. «Che cos’è che ha tenuto a freno le belve sanguinarie che si chiamano uomini? Che cos’è che li ha guidati fino ai nostri giorni? All’inizio…

Leggi tutto
Articoli correlati
†Interpolazione†
1 Febbraio 2019
Sabotaggio di Cristo
25 Dicembre 2018
Esercizio di sabotaggio #1
26 Novembre 2018
letteratura e altri buchi

L’eroe tra psicanalisi, società e scrittura: da Campbell a Vogler

È noto che George Lucas per Star Wars si sia ispirato a L’eroe dai mille volti di Joseph Campbell, e tuttavia poteva anche non farlo allo stesso modo in cui chi scrive favole non ha bisogno di conoscere Morfologia della fiaba di Vladimir Propp. Le teorie sono infatti sempre postume, anche rispetto alle opere che le seguono. Ciò che ci interessa è che questa prima opera di Campbell, uno dei più famosi studi di mitologia comparata, sia diventato anche uno…

Leggi tutto
Articoli correlati
La tragedia dello sguardo immaturo
28 Gennaio 2019
Artico nero e Neghentopia di Meschiari: dall’antropofiction alla fiction
5 Novembre 2018
Istanze di delirio
3 Ottobre 2018
letteratura e altri buchi

Sabotaggio di Cristo

Fin qui l’opera visibile di Kierre Nekart, nell’ordine cronologico. Vediamo ora l’altra: la sotterranea, l’infinitamente eroica, l’impareggiabile. Che è anche – ahi, limiti dell’uomo! – l’incompresa. Quest’opera, forse la più significativa del tempo nostro, consta del capitolo XXVIII della prima parte di N’[1]Untiogegen di Vv.[2] Myzke e di un frammento del capitolo IX. So che una tale affermazione ha tutta l’aria di una assurdità; giustificare questa “assurdità” è lo scopo (ma già l’arco e forse la meta) principale di questa…

Leggi tutto
Articoli correlati
Esercizio di sabotaggio #2
23 Gennaio 2019
Esercizio di sabotaggio #1
26 Novembre 2018
Cambio di funzione
7 Novembre 2018
letteratura e altri buchi

Lo Sgargabonzi: ridere di gusto e «col groppo in gola»

Qualche giorno fa ho riascoltato 38 luglio degli Squallor che, oltre a essere una delle più belle canzoni d’amore mai scritte in Italia, è anche un fulgido esempio di comicità: un arrangiamento orchestrale da brano pop all’italiana – l’intro riprende Il suo volto, il sorriso di Al Bano – accompagna una storia surreale e intrisa di malinconia: Là dove finisce il fiume comincia il film: la storia tremenda di un elettrotecnico che seppe inventare la pila. Non pochi ci riuscirono,…

Leggi tutto
Articoli correlati
Se il nostro amore vale qualcosa
25 Gennaio 2019
“Un marito” di Michele Vaccari: la comunità degli sposi
12 Novembre 2018
Fiaba Bianca
27 Ottobre 2018
letteratura e altri buchi

Esercizio di sabotaggio #1

Tema dell’esercizio: come incorrere in una situazione paradossale ovvero “la storia stessa è la manipolazione retrospettiva dei mondi possibili”. Problema: qualora si scrivesse un racconto in cui il contesto fosse solo e tanto la ripetizione delle leggi che regolano o hanno regolato il “mondo reale”, questo non sarebbe un racconto fantastico, ma esclusivamente storico. Ciò comporterebbe la presenza dell’antitesi irremovibile tra male e bene, tra reale e fittizio, immaginato e accaduto. Attraverso questa polarizzazione si arriva a una domanda subliminale:…

Leggi tutto
Articoli correlati
Esercizio di sabotaggio #2
23 Gennaio 2019
Sabotaggio di Cristo
25 Dicembre 2018
Cambio di funzione
7 Novembre 2018
letteratura e altri buchi

Tu che eri ogni ragazza

B – E alla fine l’unica forza che sembra in grado di fronteggiare l’inerzia dell’indifferenza è proprio la violenza. A – La colpa è relegare qualcosa fuori quando il fuori non esiste. Questo fuori bussa, entra.   Un evento vibra e contagia ogni luogo del romanzo Tu che eri ogni ragazza di Emanuela Cocco (Wojtek, 2018). La natura di questo evento sfugge perché si moltiplica – è la morte di una ragazzina? È la fuga di un’altra ragazzina? È l’assalto…

Leggi tutto
Articoli correlati
Il giorno della nutria – Andrea Zandomeneghi
7 Febbraio 2019
La tragedia dello sguardo immaturo
28 Gennaio 2019
“Un marito” di Michele Vaccari: la comunità degli sposi
12 Novembre 2018