Crapula Edizioni Archive

Delta

“And all the children are insane, all the children are insane Waiting for the summer rain” (Jim Morrison, The End) I. Sembra che la realtà sia ormai un piano inclinato e il mondo una biglia d’acciaio impegnata nel moto perfetto del suo scivolare verso la rovina. Tutto sta per finire. I dispositivi Leggi

La corona di spine

C’è un pazzo che abita dalle mie parti che è tutto un programma, schizofrenico dalla testa ai piedi, e oggi, non so perché, m’è presa di parlarne. Si chiama Gianfranco, fuma come un turco ed è convinto d’essere Dio. Passa le giornate seduto sullo schienale di una vecchia panchina che dà sul Leggi

Iggy Pop va alla montagna

Los Angeles (Kill City), CA. Ancora poche ore e per James, Iggy per gli amici, tutto sarebbe finito per il meglio. Dopo una vita passata tra lavori di fatica e interi cargo di prodotti chimici, ecco il colpo della vita: una colossale rapina alla Jungle Soft Inc. con l’ex baby-gang dei Take Leggi

Non praevalebunt

Una volta nonna mi raccontò una brutta storia, me la raccontò una notte di fronte al fuoco morente che bruciava nel camino. Eravamo alzati per vegliare la febbre del nostro fratello minore che l’indomani sarebbe morto. Mangiavamo biscotti allo zenzero e bevevamo vino caldo con mele e cannella, mentre altri erano attorno Leggi

Il redentore

“Non ci si deve far incantare dall’illusione di una facile salvezza.” Satoshi Kon   La quercia La storia è di quelle buffe, e mi va di raccontarla. Era un pomeriggio d’autunno – di novembre, mi pare –, ai tempi in cui gli unici grilli che m’impegnavano le giornate erano la droga e Leggi

Micromenippea #2 – L’interstizialità del bene [corridoi disumanitari bis]

Il bene è interstiziale, si disse il Prefetto Di Marco, non turandosi il naso. Cinquemila migranti ammassati, come escrementi essiccati (in una busta di stallatico?), in un campo concentrazionario – perché le cose si chiamano con il loro nome (quantomeno nella visione di questa volitiva figura apicale del Ministero dell’Interno) – che Leggi

L’immortalità dei coccodrilli

Andrea Berselli. Quando ho smesso di giocare ho provato a fare l’allenatore, ma ho accumulato tre retrocessioni dalla B alla C, e dopo non mi ha voluto più nessuno. La tv me la sono giocata quando ho litigato con la D’Amico, per averle dato della poco di buono, sì, proprio così, della Leggi

Gli scantinati di una festa

La festa Sembrerà strano, ma avevo vent’anni la prima volta che mi sono ubriacato. Era d’agosto, una festicciola in mezzo ai boschi presso un antico monastero che i genitori di un amico, il Fiesoli, avevano da poco finito di ristrutturare con l’idea di ricavarne un agriturismo da lasciare al figlio sfaccendato. Roba Leggi

Micromenippea #1 – Salvia divinorum

[Salvia, Salvia-combina-guai, su nell’Olimpo felice tu stai; la beniamina di tutti gli dei, sei tu, Salvia, Salvia-combina-guai – Salvia divinorum] Aspiri secco e duro (grazie al Bartolo – venditore e officiante della corretta combustione e assunzione, che lui poi non vuole rotture di cazzo per colpa d’incapaci che non sanno come si Leggi

Nella notte, divorato

Ci sono le vene del collo che pompano decise. C’è questo suono che rimbomba nelle orecchie, più forte di quello del mio respiro affannato. C’è la gola che si torce fin nelle ghiandole e c’è la lingua che è come carta attaccata al palato. C’è una sorta di pneumatismo in tutto questo. Leggi