Internacional Archive

F. Kafka – Lettere a Milena, p37

[Praga, 10 settembre 1920] Venerdì Il tuo telegramma[1] è appena arrivato, hai assolutamente ragione, ho reso la cosa disperatamente stupida e rude ma non c’era un’altra possibilità, perché viviamo di equivoci, con le nostre risposte priviamo le nostre domande di ogni valore. Dobbiamo smettere di scriverci e lasciare il futuro al futuro. Leggi

F. Kafka – Lettere a Milena, p36

[Praga, 7 settembre 1920] Martedì Incomprensione[1] – no, è peggio di una mera incomprensione – molto più profonda, Milena, anche se tu, ovviamente, comprendi bene la superficie, ma cosa c’è qui da capire o non capire? È un’incomprensione che continua a ripresentarsi, c’era già stata a Merano una o due volte. Ma Leggi

F. Kafka – Lettere a Milena, p35

[Praga, 6 settembre 1920] Lunedì Nessuna lettera[1]. Per quanto concerne il saggio di Max, dipende se è “solo” una tua idea oppure di Laurin. Nel secondo caso sarebbe possibile, sì, ma non come editoriale, solo come appendice. Del resto, entrano in gioco diverse considerazioni riguardo ai partiti politici che sono troppo noiose Leggi

F. Kafka – Lettere a Milena, p34

[Praga, 29–30 agosto 1920] Domenica Un errore degno di nota, ieri. Attorno a mezzogiorno ero così contento per la tua lettera (di martedì) ma quando la rileggo di sera, si differenzia essenzialmente di pochissimo dalle ultime lettere, è nella sua disperazione molto più al di là di quanto non confessi. L’errore dimostra Leggi

F. Kafka – Lettere a Milena, p33

[Praga, 17-18 agosto 1920] Martedì Riceverò dunque una risposta a questa lettera[1] soltanto tra dieci, quattordici giorni, in confronto a quanto è stato fino a ora è quasi come essere lasciato, no? Ed è come se avessi da dirti qualcosa di impossibile da pronunciare, da scrivere, non per rimediare a qualche errore Leggi

F. Kafka – Lettere a Milena, p32

[Praga, 8-9 agosto 1920] Domenica sera C’è una cosa che mi disturba nella tua argomentazione[1], nell’ultima lettera risulta piuttosto chiaro, è indubitabilmente un errore con cui puoi metterti alla prova: quando dici (com’è vero) di amare tuo marito così tanto da non poterlo lasciare (non per amore mio, e voglio dire: sarebbe Leggi

F. Kafka – Lettere a Milena, p31

[Praga, 7 agosto 1920] Sabato Caro e paziente, lo sono?[1] Davvero, non lo so, so soltanto che un simile telegramma mi fa stare bene praticamente in tutto il corpo, ed è soltanto un telegramma, non una mano tesa. Ma detta così, dal mio letto di malato, sembra anche una cosa triste, stanca. Leggi

F. Kafka – Lettere a Milena, p30

[Praga, 4-5 agosto 1920] Mercoledì sera Ora[1], intorno alle dieci, ero in ufficio, il telegramma era lì, arrivato così rapidamente, che quasi potevo dubitare che fosse la risposta al mio telegramma di ieri, ma c’è scritto: spedito il 4 VIII alle 11. Si trova lì dalle sette, quindi sono bastate otto ore. Leggi

Alberto Laiseca – È il tuo turno

È il tuo turno di Alberto Laiseca Titolo originale Su turno, 1976, 2010 Traduzione di Francesco Verde Revisione di Livio Santoro Maria Cristina Cavassa ha tradotto la postfazione di Hernán Bergara Prima edizione dicembre 2017 Edizioni Arcoiris – Collana: Gli eccentrici, a cura di Loris Tassi 136 pagine Euro 12,00 *** Quella mattina, Juan Leggi

F. Kafka – Lettere a Milena, p29

[Praga, 29 luglio 1920] Giovedì Un bellissimo biglietto[1], quello di Staša. Ma non si può dire che in questo biglietto lei fosse diversa da come è adesso, anzi, in questo biglietto lei non c’è nemmeno, lei parla per te, c’è un’unione incredibile tra lei e te, una cosa quasi spirituale, come uno Leggi