Filologicon Crapula Archive

Teoria del critico amico

Teoria del Critico Amico (TCA). Se a un corpo, libero di muoversi e pensare, viene raccontato con trasporto e in modo informale un libro, questi riceve una spinta di curiosità sufficiente per recarsi presso il libraio più vicino e acquistare una copia dell’opera. Tale forza prende il nome di “Energia del Lettore Leggi

Il fantastico prima del fantastico

Luciano di Samosata indiretto precursore del fantastico? Premessa. In qualsiasi epoca la crux desperationis posta accanto al binomio realtà/finzione segnalava l’impossibilità di separare nettamente, pure servendosi dell’aiuto del rasoio di Occam, tale formula ambivalente, anche perché questa era la radice stessa del mondo. Ho detto era, ma potrei benissimo dire è. Sincretismo. Leggi

Il Contatore

Disclaimer: questo articolo non è scritto da Alfredo Zucchi (AZ), impegnato nella venerazione obliqua del baccalà; l’autore non è Antonio Russo De Vivo (ARDV), disperso nel dark-web; non è vergato da Andrea Zandomeneghi (ZA), il quale è impegnato nella lettura propedeutica di Giovanni Duns Scoto; né scrive Luca Mignola (LM), il suo Leggi

La filosofia dell’amore – Percy Bisshe Shelley

Le fonti con il fiume si fondono E i fiumi si confondono con l’oceano, I venti del cielo per sempre s’uniscono (Fluiscono) in una dolce emozione; Al mondo non c’è nulla che sia solo; Le cose tutte per una divina legge S’incontrano e in uno spirito si stringono. Perché non io con Leggi

Ô Metis VI, Farsalia

Ancora, dite voi? Sì, di nuovo: finché uno respira non è detto che sia finita. Ô Metis VI, Farsalia Pharsalia è il poema della guerra civile romana, del disfacimento della repubblica, cantato da Lucano. Poi viene la “farsa”, la commedia; infine c’è l’orizzonte distopico: l’eroe e la fine del mondo, l’uomo e Leggi

Romanzo e utopia: intervista a Ricardo Piglia

L’intervista di Carlos Dámaso Martínez a Ricardo Piglia, realizzata il 15 Settembre 1985, è stata pubblicata in El arte de la conversación: Dialogo con Escritores Latinoamericanos (Alción, 2007) di Dámaso Martínez e in Crítica y Ficción (Anagrama, 2006) di Piglia, ed è tuttora inedita in Italia. Ringraziamo gli autori per averci autorizzato Leggi

Filologicon Crapula: storia e finzione

La lettura potrebbe essere ritenuta al pari della scrittura un’arte (il dibattito sul fatto che la scrittura sia un’arte o meno è da sempre acceso, io preferisco ad oggi schierarmi ancora con gli «artisti»). Roberto Bolaño ha più volte sostenuto, in diverse interviste, che egli aveva sempre preferito leggere a scrivere, pensare Leggi

Ozymandias

Mi imbattei in un viandante d’una landa remota Il quale disse: “Due enormi gambe di pietra mozze Si trovano nel deserto… Nei loro pressi, sulla sabbia, Una franta effigie sta mezzo affogata, il cui cipiglio E l’increspato labbro, e il sogghigno di fredda maestà Avvertono che il loro artefice ben conosceva quelle Leggi

Filologicon Crapula: la voce di Pandora

Perché Esiodo tratta due volte il mito di Pandora? Questo che segue è un tentativo di risposta. Le narrazioni si caratterizzano formalmente degli stessi elementi: la creazione di Pandora avviene in modo simile tanto nella Teogonia quanto nelle Opere e giorni. Il fango – o la terra – con cui viene plasmata Leggi

Questo momento che bramo assorto

Questo momento che bramo assorto sedendo in disparte, Mi sembra simile a quello di altri uomini in altre contrade, Mi sembra di poter allungare lo sguardo e osservarli in Germania, Italia, Francia, Spagna, O lontano, ancora più lontano, in Cina, o in Russia o Giappone, mentre parlano altri dialetti, E mi sembra Leggi