Author Archive

F. Kafka – Lettere a Milena, p15

Biglietto, timbro postale: Vienna, 29/06/1920] [Indirizzato a:] M. Jesenská Vienna VIII Fermoposta Ufficio postale Bennogasse- Josefstädterstraße [Mittente:] Dr. Kafka Hotel Riva Martedì, ore 10 Probabilmente la lettera[1] non arriverà entro le 12 o meglio quasi di certo, sono già le 10. Quindi direttamente domani, forse va bene così, perché io sono a Leggi

F. Kafka – Lettere a Milena, p14

[Merano, 21 giugno 1920] Lunedì Tu hai ragione[1]: quando adesso – purtroppo ho ricevuto le lettere di sera tardi e domattina voglio fare una piccola gita a Bolzano con l’ingegnere – ho letto il rimprovero per quel “bimbetta”, mi sono detto per davvero: basta così, queste lettere puoi anche non leggerle oggi, Leggi

F. Kafka – Lettere a Milena, p13

[Merano, 12 giugno 1920] ancora sabato Queste lettere[1] che si incrociano e si scontrano devono finire, Milena, ci fanno diventare pazzi: non si sa mai che cosa hai scritto, a cosa stai ricevendo risposta e tremi sempre, come che sia. Comprendo bene il tuo ceco, sento persino la risata, ma nelle tue Leggi

F. Kafka – Lettere a Milena, p12

[Merano, 11 giugno 1920] Venerdì Si riuscirà mai a raddrizzare un po’ questo mondo alla rovescia, una volta per tutte?[1] Di giorno uno va in giro con la testa bruciata – qui ci sono ovunque rovine così belle sulle montagne che quasi uno crede che diventerà altrettanto bello –, ma a letto, Leggi

F. Kafka – Lettere a Milena, p11

[Merano, 2 giugno 1920] Mercoledì Le due lettere[1] sono arrivate insieme a mezzogiorno; non sono lì per essere lette ma per essere spiegate, per affondarci il viso e perderci la testa. Ma adesso sembra che sia un bene averla quasi perduta, perché così si riesce a tenere insieme il resto il più Leggi

F. Kafka – Lettere a Milena, p10

[Merano, 30 maggio 1920]  Come procede[1], Milena, la sua conoscenza dell’essere umano? Ogni tanto nutro dei dubbi in proposito, per esempio quando lei mi ha scritto di Werfel[2], d’accordo, era anche l’amore a parlare e forse solo amore, ma certo fraintendibile, e se si prescinde da tutto ciò che è Werfel e Leggi

F. Kafka – Lettere a Milena, p9

[Merano, 29 maggio 1920] Cara signora Milena[1], la giornata è così breve, trascorre con lei e solo tra altre bazzecole è già finita. Rimane a stento un po’ di tempo per scrivere alla vera Milena, quella che – ancora più vera – se ne stava qui per tutto il giorno, nella stanza, Leggi

F. Kafka – Lettere a Milena, p8

[Merano, maggio 1920] Cara signora Milena[1] (già questa intestazione mi risulta fastidiosa, ma è uno di quegli appigli in questo mondo incerto a cui i malati possono aggrapparsi e, se anche a loro tali appigli risultano fastidiosi, non c’è ancora segno di guarigione), non ho mai vissuto tra il popolo tedesco è Leggi

F. Kafka – Lettere a Milena, p7

[Merano, maggio 1920] Cara signora Milena[1], solo[2] due parole. Domani le scriverò di nuovo, oggi scrivo solo per me, solo per aver fatto qualcosa per me stesso, solo per allontanare un po’ l’impressione della sua lettera che, altrimenti, mi starebbe addosso giorno e notte. Lei è molto strana, signora Milena, vive lì Leggi

F. Kafka – Lettere a Milena, p6

[Merano, aprile/maggio 1920]   Cara signora Milena[1], innanzitutto, prima che lei legga nella mia lettera qualcosa che non corrisponde alla mia volontà, le dico che da circa quattordici giorni soffro di un’insonnia che si fa sempre più forte; in linea di principio non me la prendo, periodi del genere vengono e vanno Leggi