Crapula Edizioni

SHOTGUN

ARCHITETTI! Tedio d’ottone che oscilla dal soffitto incenerito! Avvelena l’aria e i bisogni. La luce è viola piatta e gli improvvisi cavalloni di turchese. A chiazze, compare il pomeriggio: è qui che sono i fiorellini: sui parapetti. Recinti di palazzi biancofango — costruiti alla bene e meglio, targa ’92 — occludono i canali onirici dell’infanzia scesa in strada. Balconi oblunghi come nasi solitari, appesi a pensare. Si aspetta il tramonto fumandosi l’inverno in una carta di giornale. Piedi soffici e…

Leggi tutto
Articoli correlati
Il sacrificio
5 Aprile 2019
L’invenzione delle tasche
16 Novembre 2018
Santuario
9 Novembre 2018
Crapula Edizioni

Santuario

La testa di leone ruota su sé stessa. Gli scricchiolii del calcare. Il gorgoglio d’acqua salata che sale dagli interstizi del marmo. Mi muovo verso di lei, ogni passo è lunare. Un silenzio nero come un tappeto mi spinge verso il basso, la mia forza è annichilita. Faccio il breve tragitto in non meno di cinque minuti. Arrivato davanti alla statua, ne apprezzo l’inaspettata levigatezza, i dettagli, le rifiniture intatte. La testa di leone torna a girare; una piccola corrente…

Leggi tutto
Articoli correlati
SHOTGUN
1 Aprile 2019
Le sette segrete del Lete
18 Gennaio 2019
La chiave
11 Gennaio 2019
Crapula Edizioni

PONTEGGI

«Non è semplicemente un singolo pezzo fisico di PONTEGGIO. Come nel brodo primordiale, rappresenta tutte le repliche di un particolare pezzo di PONTEGGIO distribuite nel mondo.»    Poi si svegliò una seconda volta ed era ancora soltanto (e per fortuna) Er Capomastro. Guardò il martello pneumatico – il suo primo martello che gli regalò il padre – poggiato accanto al letto e si slanciò nella memoria: «V’è una nostalgia dei Ponteggi che non ebbero mai un cominciamento. Affondare la…

Leggi tutto
Articoli correlati
Alienati nell’analogia
16 Aprile 2019
SHOTGUN
1 Aprile 2019
Esercizio di sabotaggio #3
22 Marzo 2019
Articoli correlati
SHOTGUN
1 Aprile 2019
Santuario
9 Novembre 2018
PONTEGGI
31 Maggio 2018
Crapula Edizioni

Cazzotti e Megapinne

«Orcodìo che megapinne!» urla il vecchio seduto sulla panchina, fracassando un silenzio ovattato che durava da ore. Scatta in piedi, scatarra un grumo di muco giallo e verde, lucido e compatto come il tuorlo d’uovo, si toglie la coppola e se la stringe tra le mani, mentre osserva le moto da corsa sparire in fondo al viale, su una ruota sola. «Pure mio figlio!», ancora a voce altissima, rivolto agli altri vecchi seduti sulla panchina, «pure mio figlio lo sa…

Leggi tutto
Articoli correlati
Al di là delle Mura
8 Aprile 2019
SHOTGUN
1 Aprile 2019
Forme brevi – Dossier Piglia
6 Gennaio 2019
Articoli correlati
SHOTGUN
1 Aprile 2019
Incipit tragoedia, quando?
23 Febbraio 2019
Santuario
9 Novembre 2018