Author

CrapulaClub

letteratura e altri buchi

Centinaia di inverni, di Sara Mazzini | Estratto

Chi era Emily Brontë? E come è stato possibile per l’algida e schiva figliola di un pastore anglicano, che ha vissuto la sua breve vita quasi interamente confinata dentro una canonica in mezzo alla brughiera, concepire l’idea di una passione totale e totalizzante quale è al centro di Cime tempestose? Da simili interrogativi prende le mosse il romanzo di Sara Mazzini, uscito il 28 settembre per Jo March Literary Agency, frutto di una conferenza tenutasi alla Biblioteca Panizzi di Reggio…

Leggi tutto
Articoli correlati
“Un marito” di Michele Vaccari: la comunità degli sposi
12 novembre 2018
Twin Peaks e i fantasmi di David Lynch
29 ottobre 2018
Cereali al neon – Sergio Oricci
12 ottobre 2018
letteratura e altri buchi

Il diario e il suo doppio

Postfazione a Kronos (Witold Gombrowicz, Il Saggiatore, 2018) a cura di Francesco M. Cataluccio. Le immagini provengono dalla stessa pubblicazione. Ringraziamo l’editore per averci concesso di riprodurre il testo. *** «Kismet è una tagliente parola turca (che significa: Destino).» La scrisse, come un sigillo sul senso di tutta una vita, Witold Gombrowicz, sette mesi prima di morire: «In generale si è mangiato abbastanza bene, vita tranquilla, finché… Kismet». Questa sorta di bilancio inedito si può leggere in Kronos, il suo…

Leggi tutto
Articoli correlati
Maurice Blanchot e l’esperienza della scrittura
17 febbraio 2018
Le lune nere di Fulci
8 maggio 2017
Red Riding Quartet
13 marzo 2017
Internacional

Il rospo

Leopoldo Lugones, Il rospo (El escuerzo), in Las fuerzas extrañas, 1906 (ultima edizione italiana: Le forze misteriose, traduzione di Francesco Verde, Torino, Lindau, 2017). [Il racconto è riportato qui nella traduzione di Marcella Solinas, dall’antologia Racconti ispanoamericani del terrore del XIX secolo, a cura di Lola López Martín, Salerno, Edizioni Arcoiris, Collana Gli eccentrici, 2015, pp. 7-12. Anche la biografia è tratta dall’antologia: pp. 128-29.] ***** Un giorno come tanti, mentre giocavo in campagna nella casa di famiglia, incappai in…

Leggi tutto
Articoli correlati
L’orto asociale
17 novembre 2018
L’invenzione delle tasche
16 novembre 2018
Santuario
9 novembre 2018
Lupus in Crapula

Una cosa punk: Contra Salonem

Is it better to burn out than to fade away? Is it? Non ci compete nient’altro che le parole – nient’altro che le idee. Così al bagno glamour del Salone del libro di Torino abbiamo risposto nell’unico modo possibile: non ci siamo andati di persona, abbiamo inviato i nostri emissari: parole e idee (deleghe di deleghe di deleghe: così funziona il pensiero, così ci adattiamo al suo ritmo – dice questo ritmo: un’idea è più forte, più importante dell’individuo che…

Leggi tutto
Articoli correlati
Oltre il cancello gli antichi dèi cadono come mosche
22 marzo 2018
Iosif Adolf Vissarionovič – Teratogenesi della storia
26 febbraio 2018
In memoria di Ricardo Piglia
7 gennaio 2017
Internacional

Alberto Laiseca – È il tuo turno

È il tuo turno di Alberto Laiseca Titolo originale Su turno, 1976, 2010 Traduzione di Francesco Verde Revisione di Livio Santoro Maria Cristina Cavassa ha tradotto la postfazione di Hernán Bergara Prima edizione dicembre 2017 Edizioni Arcoiris – Collana: Gli eccentrici, a cura di Loris Tassi 136 pagine Euro 12,00 *** Quella mattina, Juan Carlos Humbolt aveva un incarico pesante. Il più pesante della settimana, in realtà. Ore e ore davanti a un microfono e a una folla di iscritti al Sindacato…

Leggi tutto
Articoli correlati
“Un marito” di Michele Vaccari: la comunità degli sposi
12 novembre 2018
Cambio di funzione
7 novembre 2018
Cereali al neon – Sergio Oricci
12 ottobre 2018
letteratura e altri buchi

Road to Twin Peaks. Dossier

Il commando Interpolazioni[1] ha presentato il dossier Road to Twin Peaks In cui avete letto, al momento opportuno, le seguenti indagini: Ciambelle, forze centrifughe e nastri di Möbius in Twin Peaks di Carlotta Susca La memoria e la catastrofe di Alberto Chimal, tradotto da Ylenia D’Alessio Borges nella Loggia di Alfredo Zucchi Electricity di Stefano Felici Let’s Rock di Luca Mignola Twin Peaks e i fantasmi di David Lynch di Sara Mazzini Bibliografia minima a mo’ di guida *** Ci sono…

Leggi tutto
Articoli correlati
Santuario
9 novembre 2018
Cambio di funzione
7 novembre 2018
Twin Peaks e i fantasmi di David Lynch
29 ottobre 2018
Filologicon Crapula

Serie tv: una bibliografia minima

Una guida essenziale sulle serie tv e su Twin Peaks, in lingua del sì. Serie tv Michele Casella, Jacopo Cirillo, Marika Di Maro, Leonardo Gregorio, Carlotta Susca (a cura di), Addicted. Serie tv e dipendenze, Liberaria,  2017. Andrea Gentile, La scienza delle serie TV, Codice Edizioni, 2016. Giorgio Grignaffini, Andrea Bernardelli, Che cos’è una serie televisiva, Carocci, 2017. Neil Landau, Showrunner. Grandi storie, grandi serie, Dino Audino, 2015. Neil Landau, Netflix e le altre. La rivoluzione delle tv digitali, Dino…

Leggi tutto
Articoli correlati
Cave canem: Gli iniziati
23 aprile 2018
Sta’ senza pensier’. Teorie e esercizi su ‟Gomorra – La serie”
16 marzo 2018
Il fascino di Gomorra esiste eccome
16 marzo 2018
Interviste

Una possibilità del linguaggio – Intervista a Alberto Chimal

“Bisognerebbe dire che tutta la letteratura è fantastica.” (J. L. Borges, Prefazione alla prima edizione italiana, Einaudi, 1980 in Borges, Bioy Casares, Ocampo, Antologia della letteratura fantastica, Einaudi, 2007) Alfredo Zucchi: Se dovessi scegliere una parola per descrivere il fantastico, direi vertigine – cosa diresti tu? E cos’è, soprattutto, il fantastico? Alberto Chimal: Direi immaginazione, che contiene la possibilità della vertigine e molte altre. Per me il fantastico è una possibilità del linguaggio: quella di formulare domande riguardo alla realtà, esplorando…

Leggi tutto
Articoli correlati
L’orto asociale
17 novembre 2018
L’invenzione delle tasche
16 novembre 2018
“Un marito” di Michele Vaccari: la comunità degli sposi
12 novembre 2018
Senza categoria

Bolagnisti Anonimi. Dossier

Roberto Bolaño è azionista di maggioranza del CrapulaClub e dorme con noi (di mattina) in Via Gran de Mantis 10, 24810, Vacca Pezzata. Il presente dossier è dunque aperto e atemporale come la merda. *** Nel continuo tentativo di riposizionamento rispetto all’ignoto di Federica Arnoldi El gaucho insufrible: storia di un’ambigua attribuzione di Alfredo Zucchi Come un samurai – Marcelo Damiani intervista Roberto Bolaño – traduce Francesca Regni Ammesso che un tema si dia  di Oscar Amalfitano (media Andrea Zandomeneghi) Le altre appropriazioni di Borges e Bolaño di…

Leggi tutto
Interviste

Un colloquio massimalista con Giordano Tedoldi

Andrea Zandomeneghi: Grazie Giordano di aver accettato di prendere parte a questo piccolo colloquio con me e Alfredo Zucchi. Tabù e I segnalati, quale dei due romanzi è più importante e perché secondo te? Più importante dal punto di vista del tuo percorso autoriale, ma anche più importante dal punto di vista della nostra letteratura nazionale. Giordano Tedoldi: Sulla questione dell’importanza nella nostra letteratura nazionale, pudicamente mi sottraggo alla risposta. La stessa questione, del resto, sembra particolarmente adatta a suscitarmi…

Leggi tutto
Articoli correlati
Cave canem: Congiura Sacra
22 maggio 2018
Lisbona e le scaturigini della selva post-esotica
19 maggio 2018
Dimentica di respirare
14 maggio 2018